18
apr
Le arti: sostantivo plurale femminile
contributo | Gabriele Vitiello
| musica |

I percorsi al femminile, nella storia dell’arte, sono molto drammatici. La drammaticità è stata compagna di viaggio per innumerevoli generazioni di donne che si sono succedute. Si ricordano pochi esempi di artiste che hanno aperto nuove porte nella cultura, nelle arti e nella scienza, e non certo per demeriti loro.
Gli uomini, in questo, sono stati ben tenaci a non mollare i cordoni del potere. Secondo voi, la sorella di Mozart, valente pianista, aveva altre possibilità, se non essere “la sorella di”?

 

C’è voluto il lento scorrere dei secoli, per fare figurare nel Pantheon dell’arte e della cultura in genere, anche figure femminili di assoluto rilievo. I giorni nostri vedono un cambiamento dei costumi, in questo. E ciò più per merito delle donne che per concessione altrui. Ma tant’è.

Vorrei sottoporre alla vostra attenzione, in questo articolo e nei prossimi, alcuni esempi di musiciste del nostro tempo che contribuiscono a rendere bello questo nostro mondo.


Cristina Zavalloni
Cristina Zavalloni


Cominciamo con Cristina Zavalloni. La nostra, nasce a Bologna nel 1973, città nella quale compie tutti i suoi studi musicali. Credo che la definizione che più le si addice sia quella di cantante totale: non si possono cantare i Beatles o Bela Bartok con lo stesso stile lirico. Occorre adattare l’impostazione vocale a seconda degli ambiti musicali, e in questo la Zavalloni è assolutamente geniale. Ho potuto ascoltare un suo concerto in lingua russa, e dopo 15 giorni interpretare musica yiddish, mentre il mese successivo si è arrampicata sui virtuosismi delle musiche di Berio, Nono e Andriessen (fra i massimi esponenti della musica contemporanea).

 

Il fatto di essere poco conosciuta in Italia e conosciutissima all’estero, la dice lunga sui concetti nazionali di cultura: si può parlare di fuga di cervelli, anzi di fuga di ugole. Ma, come dicevo prima, tant’è.

Per chi avesse voglia di cercarsi su internet qualche altra informazione su questo fenomeno, cerchi su www.cristinazavalloni.it , con un caldo invito ad andarla ad ascoltare.









 
spacer
"&vAlt&"


Vicky La Perfida