18
apr
Esperanza Spalding: voce e contrabbasso da sogno.
contributo | Gabriele Vitiello
| musica |
Esperanza Spalding
Esperanza Spalding

Come promesso, continuiamo a navigare nel grande e variegato mondo musicale femminile.

Raccontarvi di Esperanza Spalding non è facile, anche se guardando una sua foto sembra tutto dannatamente semplice. Stiamo parlando di una ragazza di 25 anni che sta demolendo tutti i confini conosciuti della musica.

 

Iniziamo dal suo strumento: il contrabbasso. Al di là dei luoghi comuni sulla “mascolinità” dell’oggetto, devo convenire (dato che lo suono anch’io) che è un “soprammobile” impegnativo: presuppone una prestanza fisica, due mani belle grandi, una schiena adeguata, una fisicità complessiva che, secondo canone, mal si confà a una struttura fisica femminile. E tuttavia…

Provate ad ascoltarla: corre su quelle corde con rara maestria, confutando tutti i luoghi comuni facilmente intuibili.

 

Provate ad ascoltare la sua voce ora: intonatissima, profonda, ben centrata. Le sue origini afro ispaniche la portano a esplorare i limiti fra jazz, musica afro e quella latina, come se stesse preparandosi un panino…

 

All’insediamento di Barack Obama alla Casa Bianca è stata chiamata lei a suonare, sbaragliando ben più affermati mostri sacri della musica afro americana.

Le si preannuncia un futuro di grande fama, e augurarglielo mi rende felice. E poi, permettetemelo, è di una bellezza che toglie il respiro…


segnala questo articolo segnala articolo





 
spacer
"&vAlt&"


Vicky La Perfida