18
apr
Perché scrivere un contributo su Parentesi rosa?
Redazione | sm
| costume e società | creare & decorare |

Qualcuno mi ha chiesto perché scrivere un contributo da inviare alla nostra rivista. A questa domanda desideriamo rispondere, noi della redazione, proprio su queste pagine.

 

Quando abbiamo messo in piedi questa rivista, abbiamo pensato subito che, nell'era del web 2.0 (anzi c'è già chi parla di 3.0) ovvero nell'era dei social network, dei blog e dei forum, non potevamo non invitare le nostre lettrici a partecipare attivamente al nostro progetto editoriale. Come fare? Invitare a commentare gli articoli? Fare un forum (ci stiamo pensando...)...beh tutte cose già viste! Sono tutti esempi di partecipazione molto rapida, botta e risposta, spesso decisamente poco impegnative (sotto tutti i profili) a volte anche un po' perditempo. Quindi ci siamo dette: perché non dare alla lettrice la possibilità di scrivere qualcosa che abbia un'inizio e una fine? Noni un semplice "post" ma una sorta di articolo, di pagina di diario, quello che si desidera raccontare. Qualcosa di più di un semplice commento o di una domanda...

 

E così ci siamo inventate la formula del contributo: poche (o tante) righe (anche qualche foto) che la lettrice può spedire alla redazione e vedere pubblicate sulle pagine della rivista. Alla fine, non possiamo essere tutti blogger, ma possiamo (anzi dobbiamo) essere orgogliose di avere qualche argomento da voler condividere in rete e farlo, perchè no, con un po' di stile. Siamo sicure che avrete da raccontarci molto di più che solo "A cosa stai pensando?", ma soprattutto "Cosa vi appassiona, cosa vi piace fare, cosa avete fatto di bello e che cosa sognate...".

«Sì, ma io non sono brava a scrivere...», questo è un'altra osservazione che abbiamo sentito! Non vi preoccupate di questo: la redazione serve pur a qualcosa no?!

 

Infine, e questa è l'idea che ci è piaciuta di più, potrete facilmente invitare i vostri amici a leggere il vostro pezzo, segnalandolo via mail con l'apposito strumento (basta un click sulla bustina rosa!).

 

Quindi forza donne: partecipate numerose! Ah... dimenticavo, l'invito è aperto anche agli uomini... anzi, qualcuno, molto pionieristicamente devo dire, lo ha già accettato!


segnala questo articolo segnala articolo





 
spacer
"&vAlt&"


Vicky La Perfida