20
apr
Viaggiare sole. Quarta parte. Viaggiare sicure.
redazione | gr
| viaggi & vacanze |

Se abbiamo deciso di viaggiare sole, partiremo più tranquille se avremo raccolto tutte quelle informazioni pratiche che possono rivelarsi fondamentali in caso di difficoltà. Uno strumento utilissimo da utilizzare prima di qualsiasi partenza è il servizio Viaggiare Sicuri messo a disposizione dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con ACI: il sito è ricco di informazioni sui paesi esteri, con avvisi particolari, schede informative su molti argomenti, tra cui la sicurezza, la situazione sanitaria, la viabilità. Naturalmente dovremo leggere attentamente le indicazioni del Ministero e seguire i suoi consigli.

 

Dove siamo nel mondo è un altro strumento del Ministero degli Affari Esteri che permette ai cittadini italiani di registrare il proprio viaggio per aiutare l’Unità di Crisi ad intervenire nel caso sopraggiunga una situazione d’emergenza nella località dove ci troviamo.

Per informazioni su salute e vaccinazioni è molto pratico il sito www.saluteinviaggio.it che fornisce anche avvisi particolari sui paesi che potrebbero presentare rischi legati a delicate situazioni politiche o sociali.


Ph. jonrawlinson CC via flickr
Ph. jonrawlinson CC via flickr


 

Se abbiamo tirato fuori tutto il nostro coraggio e abbiamo deciso di avventurarci in una località non proprio sicura, allora non possiamo farci scappare ComeBackAlive. Solo il nome la dice tutta: tornare vivi! Si tratta di un sito web dove professionisti, avventurieri, viaggiatori e chi lavora e viaggia in aree ad alto rischio possono tenersi aggiornati con notizie recentissime e consigli per la loro sicurezza. Nella sezione “Dangerous Places” è riprodotta una piantina con tutti gli stati del mondo colorati in modo da identificare subito il livello di pericolosità: dal verdino chiaro, che corrisponde a una destinazione dove poter programmare il viaggio con nostra nonna, al rosso, località che potrebbe essere l’ultima che visitiamo. Semplice ma efficace!

 

Non dimentichiamo di fotocopiare in doppia copia il passaporto e i documenti di viaggio: una copia da portare con noi, in caso di smarrimento o furto degli originali, e l’altra da lasciare presso una persona di fiducia. Una volta a destinazione, portiamo sempre appresso un po’ di contanti, una carta di credito e il passaporto, lasciando nell’alloggio la copia.

A questo punto dovremmo sentirci in una botte di ferro! Ma se siamo ancora inquiete, localizziamo la nostra ambasciata: sarà più facile raggiungerla in caso di panico.

Esorcizzate tutte le paure, possiamo rilassarci. Basterà assumere un atteggiamento prudente, non ostile, che ci aiuterà a evitare guai.

 

Leggi la prima, seconda e terza parte dell'articolo.









 
spacer
"&vAlt&"


Vicky La Perfida