20
apr
Viaggiare sole. Settima parte. Idee per viaggiare sole… ma non troppo
redazione | gr
| viaggi & vacanze |

E’ inutile, ci abbiamo pensato e ripensato, ma l’idea di viaggiare completamente sole ci attira ma non ci convince. Eppure siamo determinate a partire. Non è impossibile. Qualche soluzione interessante c’è.

 

Innanzitutto si può considerare la possibilità di rivolgersi all’inossidabile associazione di turismo alternativo “Viaggi Avventure nel Mondo” che propone viaggi parzialmente organizzati, ai quali ci si può aggregare a patto che ci sia la volontà di affrontare e condividere col resto del gruppo i piccoli e grandi problemi che possono emergere e che costituiscono parte dello spirito del viaggio. L’associazione fornisce l’itinerario, studiato scrupolosamente, e tutta la documentazione necessaria. Noi dovremo garantire una certa elasticità e una pur minima inclinazione per l’avventura. Esistono programmi con vari livelli di difficoltà. C’è anche una “Linea soft” per chi gradisce itinerari più sicuri o per chi non desidera dormire in tenda. Per maggiori informazioni visitare il sito.


ph. Brand-X Pictures
ph. Brand-X Pictures


 

Chi è ancora abbastanza giovane, può pensare di fare una vacanza-studio. Questo tipo di vacanza viene scelta non solo da giovanissimi studenti, ma anche da adulti che intendono migliorare una lingua, spesso per ragioni professionali. Infatti i programmi di studio, specialmente dei corsi di inglese, comprendono anche lezioni di “business English”o “English for Executives”. Chi è solo, con questa formula trova la possibilità di stare in compagnia al mattino e fare il turista il pomeriggio. Se è vero che i “maturi” che scelgono la vacanza studio sono pochi, è anche vero che quei pochi socializzano subito tra loro.


Una soluzione decisamente originale è rivolgersi a quelle comunità che tramite internet mettono in contatto i viaggiatori, come ad esempio couchsurfing.org oppure globalfreeloaders.com. Il primo obiettivo di queste comunità è quello di mettere in condizione i propri soci di scambiarsi ospitalità reciprocamente. Il tutto in forma gratuita. Oltre a un grosso risparmio economico (l’alloggio è una delle voci più costose in un budget di viaggio), c’è il grande vantaggio di poter vivere con persone del posto, partecipare alla vita locale, conoscere da vicino la realtà culturale del paese che abbiamo scelto di visitare.


A questo punto non ci sono più scuse. Con l’aiuto di ParentesiRosa, i nostri dubbi se lanciarci o meno nella esperienza di viaggiatrici solitarie devono ormai essere del tutto fugati. Non è possibile avanzare più alcuna obiezione. Non resta che scegliere una destinazione e partire. E soprattutto divertirci!









 
spacer
"&vAlt&"


Vicky La Perfida