Menu
Tablet menu

Tre cose che vorrei chiedere all’inverno In evidenza

…DI ESSERE MENO GRIGIO.

Per noi che abitiamo nella “bassa” la nebbia è una costante. Dalla città alla campagna la bruma ti avvolge dal mattino quando ti alzi, alla sera quando rientri a casa. Cinquanta sfumature di grigio... dal balcone della camera da letto, al finestrino dell’auto e, di nuovo, dalla finestra dell’ufficio: che angoscia!

Unico rimedio al quotidiano cinereo "di stagione", una camera da letto dai colori pastello, tinte delicate ma vivaci, arredi naturali, magari in legno di quercia per scaldare la stanza. Gli arredi che vedete in foto sono di COCO-MAT, un’azienda greca specializzata in sistemi letto, nota per la sua filosofia ecologica.

Le palette colore di COCO-MAT hanno tutta la freschezza che serve per rendere la nostra camera da letto quasi come un resort estivo (e se fuori c’è la nebbia, tiriamo la tenda).

lenzuola Coco-mat Kalipso Stripe

Mai come d’inverno la camera da letto diventa un “nido” dove riposarci, dormire e staccare la spina. A me manca non poter spalancare la finestra, sentire gli uccellini che cantano nel parco e il profumo degli alberi, quindi coccoliamoci con un po' di cromoterapia!

Copripiumino Kalipso Spider di COCO-MAT
D’inverno viene buio presto, le ore di luce naturale in casa sono davvero poche e scegliere colori tenui anche per coperte, lenzuola e tutto l’arredo tessile della stanza attenua il “peso” della luce artificiale. Magari non ci facciamo caso, ma nelle giornate invernali ci alziamo accendendo la luce, poi in ufficio sempre lampade e ancora, la sera a casa, nuovamente luce artificiale… giorno dopo giorno, settimana dopo settimana. Sarebbe una buona idea, per chi ha il tempo di regalarsi qualche momento di relax serale, accendere qualche candela e far riposare gli occhi.

…DI NON ESSERE TROPPO FREDDO.

Il clima rigido non fa per tutti… c’è chi si trasferirebbe volentieri in Florida o California per godere del clima mite 12 mesi l’anno. Come come? Lo fareste anche voi? Sapevo di essere in buona compagnia… e invece niente, rassegnamoci al freddo = guanti, giacca a vento, sciarpa, cappello e nel letto lui, il mitico piumino!

Ecco, lui forse è una delle poche cose molto piacevoli dell’inverno: il brividino quando si entra sotto il piumone e poi il piacere del tepore che pian piano ti avvolge.
Se non volete però svegliarvi nel cuore della notte in preda a vampate di calore, il consiglio è di optare per piumini 100% naturali. Costano qualcosa in più rispetto a quelli sintetici ma sono gli unici che si adattano alle variazioni della temperatura corporea e questo è molto importante se volete assicurarvi un buon sonno, evitando di svegliarvi magari accaldati nel cuore della notte, situazione davvero odiosa. I piumini in lana ci mantengono caldi in inverno e freschi nelle stagioni intermedie e sono l’ideale se abitate in case calde, con il riscaldamento centralizzato. Il piumino Kleon di COCO-MAT è disponibile persino nella misura 260x240… una rarità (!), perfetta per chi cerca un piumino con l’abbondanza extra large di una trapunta. Per i più freddolosi nulla è meglio della piuma e del piumino d’oca: caldissimi e naturali.  

…DI NON ESSERE TROPPO LUNGO.

A guadagnarci di più in inverno è il sonno. In inverno si dorme meglio e più a lungo. Con il fresco il nostro corpo riposa meglio e, anche se non ci possiamo ritirare in letargo come alcuni animali, il sonno ristoratore della stagione invernale è davvero unico. Per renderlo ancora più speciale il più grande regalo che ci possiamo fare è un materasso 100% naturale, niente molle, solo fibre e materie naturali come cotone, lana, gomma naturale, fibra di cocco, crine di cavallo… e nessuna schiuma sintetica!

Ma questo ve lo facciamo raccontare dalla nostra amica e collega home style blogger Violetta che vi presenta da vicino i superbi materassi greci che, al pari dei cuscini, conquistano proprio tutti…

 

L’inverno arriva e noi siamo pronti ad accoglierlo nel migliore dei modi.

#lifeisinbetween

Vota questo articolo
(1 Voto)
Torna in alto